Rassegna stampa dell'Ufficio di Bruxelles - 13.12.2018

Viene oggi pubblicata la rassegna stampa settimanale dell’Ufficio di Bruxelles della Provincia Autonoma di Bolzano con i più importanti sviluppi europei. 

 É anche possibile consultare l’EU Update "Il meccanismo per collegare l‘Europa dopo il 2020".

  • Mantenere il patrimonio culturale in cima all'agenda politica: le azioni proposte dalla Commissione
  • Gli Stati membri e la Commissione collaborano per rafforzare l'intelligenza artificiale "made in Europe"
  • Un'Europa che ascolta: dialoghi con i cittadini e consultazioni dei cittadini
  • Un'Europa che protegge - La Commissione accoglie con favore l'adozione di norme più severe per fermare i criminali informatici
  • L'accordo commerciale UE-Giappone dovrebbe entrare in vigore nel febbraio 2019
  • rescEU": la Commissione accoglie con favore l'accordo provvisorio per il potenziamento della protezione civile nell'UE

Tags: Rassegnastampa BolzanoSouth Tyrol

Leggi tutto...

EU Update - Il meccanismo per collegare l‘Europa dopo il 2020

IIl meccanismo per collegare l’Europa (Connecting Europe Facility – CEF) è uno strumento di finanziamento dell’Unione europea volto a promuovere un collegamento migliore degli Stati membri attraverso il sostenimento finanziario delle reti trans-europee (Trans-European Network - TEN) nei campi del trasporto, dell’energia e dei servizi digitali. Il CEF incentiva la realizzazione di progetti di infrastruttura con effetti transfrontalieri da parte delle autorità pubbliche e degli operatori privati. Le infrastrutture moderne, efficienti e sostenibili sono un fattore essenziale per la creazione di nuovi posti di lavoro e per incentivare la crescita economica. Un’Unione ben collegata rende più facile ai cittadini e alle imprese di trarre vantaggio dalla libera circolazione e dal mercato unico.
La visione seguita dalla Commissione europea nell’attuazione del meccanismo per collegare l’Europa è un infrastruttura moderna, sicura, pulita ed intelligente che fornirà benefici tangibili alle imprese e ai cittadini. Secondo la proposta della Commissione, il CEF, nel periodo 2021 – 2027 dovrebbe anche promuovere la cooperazione transfrontaliera in tema di produzione di energia da fonti rinnovabili.

Il CEF nel periodo 2021 – 2027
Per il periodo 2021 – 2027 il bilancio proposto dalla Commissione ammonta a 42 miliardi di euro, con i cui saranno sostenuti progetti di infrastruttura nei tre settori di attività:


Trasporti
Nel settore dei trasporti, con un bilancio complessivo di 30,6 miliardi di euro, il CEF finanzierà progetti strategici al fine di proseguire il lavoro sulla rete europea dei trasporti. Ciò comprende il completamento della rete centrale europea (ossatura portante strategica) entro il 2030. Il CEF finanzierà anche la realizzazione di sistemi europei di gestione del traffico per tutte le modalità di trasporto, contribuendo così a una mobilità più efficiente, sicura, interconnessa e sostenibile.
La proposta della Commissione mira anche alla decarbonizzazione dei trasporti, alla fine di raggiungere gli obiettivi dell’accordo di Parigi sulla riduzione delle emissioni di gas serra. In questo contesto il CEF sosterrà, ad esempio, la realizzazione di una rete europea di infrastrutture di ricarica per veicoli elettrici e carburanti alternativi.


Engergia
Il CEF finanzierà, con un bilancio di 8,7 miliardi di euro, il completamento delle reti energetiche transeuropee, contribuendo così alla realizzazione dell’Unione dell’energia. In questo settore saranno finanziati, inoltre, misure che mirano alla decarbonizzazione, in particolare attraverso l'integrazione delle fonti di energia rinnovabile, e alla sicurezza dell'approvvigionamento, rendendo tra l'altro intelligenti e digitali le infrastrutture.


Digitale
Nel settore digitale il CEF, con un bilancio di 3 miliardi di euro, sosterrà la creazione di infrastrutture digitali di ultima generazione, che sono fondamentali per il completamento del mercato unico digitale. La realizzazione di reti digitali ad altissima capacità, come le reti 5G e la rete in fibra ottica, è utile per tutti i servizi digitali innovativi, compresi quelli di mobilità interconnessa e altri servizi di interesse pubblico. Il meccanismo contribuirà a garantire che i principali fornitori di servizi pubblici, come le ospedali, le università, i nodi di trasporto e le imprese ad alta intensità digitale dispongono di una connessione a banda larga.

Markus Weger

 

La versione completa in PDF (in lingua tedesca) è scaricabile qui.

Le altre edizioni degli EU Update sono consultabili qui.

Tags: EU Updateenergy_and_environment_ITAMobility itresearch and innovation itSouth Tyrol

Rassegna stampa dell'Ufficio di Bruxelles - 29.11.2018

Viene oggi pubblicata la rassegna stampa settimanale dell’Ufficio di Bruxelles della Provincia Autonoma di Bolzano con i più importanti sviluppi europei. 

 É anche possibile consultare l’EU Update "L'accordo sul recesso del Regno Unito dall'UE".

  • Le regioni ultraperiferiche e l'Unione europea: un partneriato più forte e rinnovato - un anno dopo
  • Indagine della Commissione europea: preoccupazione dei cittadini di interferenze in vista delle elezioni europee
  • Uno studio rivela: 36 milioni di posti lavoro in tutta l'Unione europea grazie al commercio
  • Riforma dell'OMC: le soluzioni proposte dall'Unione europea per il funzionamento dell'organo di appello
  • La Commissione propugna un'Europa a impatto climatico zero entro il 2050
  • DiscoverEU: 12.000 pass di viaggio per i diciottenni che vogliono partire alla scoperta dell'Europa nel 2019

Tags: Rassegnastampa BolzanoSouth Tyrol

Leggi tutto...

EU Update - L'accordo sul recesso del Regno Unito dall'UE

Il tema della settimana è: "L'accordo sul recesso del Regno Unito dall'UE".

 

La versione completa in PDF (in lingua tedesca) è scaricabile qui.

Le altre edizioni degli EU Update sono consultabili qui.

Tags: EU UpdateSouth Tyrol

EURITAS EU Digital Summit 2018

euritas

Euritas, l'Associazione Europea dei fornitori pubblici di servizi ICT, il 28 novembre ha organizzato nella Rappresentanza della Regione europea Tirolo - Alto Adige - Trentino a Bruxelles una conferenza sulla normativa europea in materia di eGovernment. La conferenza ha messo in evidenza le sfide tra l'elaborazione delle politiche e l'attuazione tecnica e ha fornito una piattaforma per discutere su come colmare il divario. Sono stati presenti alla conferenza le parti interessate del settore pubblico a livello europeo, nazionale e regionale.

Il Consiglio dell’Unione europea, la Commissione e il Parlamento europeo hanno recentemente emesso diversi regolamenti da attuare. Si tratta del Regolamento europeo sulla protezione dei dati personali (GDPR), il Regolamento sull’identità digitale (eIDAS) e l'imminente Sportello digitale unico (SDG). Tutti gli Stati membri sono tenuti a soddisfare i requisiti di questi regolamenti.

Nel corso di diversi panel, rappresentanti della Commissione europea, Direttori informatici di enti nazionali ed esperti provenienti da fornitori pubblici di servizi informatici hanno fornito informazioni sullo stato di attuazione di questi regolamenti e sulle sfide e le lezioni apprese. Si è discusso, ad esempio, di come fornire servizi cloud in conformità con i requisiti del regolamento sulla protezione dei dati personali, degli approcci nazionali specifici e lo stato di attuazione del regolamento eIDAS, nonché delle opzioni di creazione di un approccio incentrato sull'utente per lo Sportello digitale unico.

 

EURITAS Event Foto

 

 

Tags: event italianoResearch and Innovation engSouth Tyrol

Rassegna stampa dell'Ufficio di Bruxelles - 22.11.2018

Viene oggi pubblicata la rassegna stampa settimanale dell’Ufficio di Bruxelles della Provincia Autonoma di Bolzano con i più importanti sviluppi europei. 

 É anche possibile consultare l’EU Update "Una nuova strategia europea per la gioventù".

  • Unione della sicurezza: adottato il rafforzamento del sistema d'informazione Schengen
  • L’Unione europea programma una strategia ambiziosa per l’India
  • Impegni volontari dell'industria per promuovere il mercato della plastica riciclata
  • Lo stato della salute nell'Unione europea: più protezione e prevenzione per una vita più lunga e più sana
  • La Commissione accoglie con favore la posizione del Consiglio sul Fondo europeo per la difesa
  • Il piano Juncker in azione: rimettere in carreggiata gli investimenti in Europa
  • Il programma “Horizon Europe” è stato discusso nella Commissione per l’industria, la ricerca e l’energia del Parlamento europeo

Tags: Rassegnastampa BolzanoSouth Tyrol

Leggi tutto...

EU Update - Una nuova strategia europea per la gioventù

I giovani di oggi devono affrontare grandi sfide. Nonostante l’ambizione di farsi architetti della propria vita, questa non è sempre un’impresa facile. L’elevata disoccupazione giovanile, le nuove tecnologie, l’esclusione sociale e il cambiamento delle nostre democrazie sono incertezze che rendono più di difficile farsi strada. Per la prima volta dalla seconda guerra mondiale vi è un rischio concreto che la nuova generazione sarà meno abbiente dei propri genitori. Nell’Unione europea il 29% delle persone che hanno tra i 16 e 29 anni sono a rischio povertà o esclusione sociale. I giovani che sono confrontati con questi svantaggi sono generalmente cittadini meno attivi e hanno meno fiducia nelle istituzioni. Inoltre, essi traggono meno benefici da esperienze di mobilità come Erasmus o del Corpo europeo di solidarietà. Tuttavia l’Europa non può permettersi di sprecare il talento e l’impeto della gioventù.

Per ovviare a queste difficoltà la Commissione europea ha proposto una nuova strategia per la gioventù per il periodo dal 2019 al 2027, che si baserà anche sui “youth goals” (“obiettivi della gioventù”). Essi sono una serie di obiettivi che sono emersi del Dialogo Strutturato dell’Unione europea con i giovani nel 2018. L’obiettivo principale degli “youth goals è una maggiore connessione dell’Unione europea con i giovani, per promuovere il senso di appartenenza delle nuove generazioni al progetto europeo. Ciò dovrebbe avvenire anche attraverso il coinvolgimento significativo dei giovani e un dialogo con le istituzioni nel processo decisionale dell’Unione europea.

La nuova strategia dell’Unione europea per la gioventù

La nuova strategia per la gioventù si concentrerà su tre aspetti:

1. Mobilitare i giovani per la partecipazione alla vita politica: una grande parte dei giovani vuole partecipare alla vita politica, e la sensazione di essere cittadini europei è più radicata tra la generazione nata dopo il 1980 che tra quelle di età maggiore. Perciò è importante che le loro opinioni sono ascoltate. Attualmente l’Unione europea utilizza lo strumento del dialogo strutturato, a cui hanno partecipato più di 200.00 giovani dal 2010. Per aggiornare lo strumento la Commissione propone di avviare un nuovo dialogo con i giovani per dare a loro la possibilità di esprimere i propri punti di vista sulle decisioni programmatiche dell’Unione europea. La Commissione intende inoltre di intensificare la partecipazione dei giovani alla vita democratica, compreso l’accesso a informazioni di qualità convalidate da fonti affidabili, e promuovere la partecipazione alle elezioni europee.

Gli Stati membri sono incoraggiati di promuovere il dialogo e i meccanismi di partecipazione politica dei giovani a tutti i livelli del processo decisionale, ad esempio mediante l’istituzione di consigli della gioventù.

2. Collegare i giovani attraverso l’Unione europea: per riunire i giovani su un livello europeo, la nuova strategia per la gioventù creerà nuove opportunità di scambio e cooperazione in un contesto europeo, ad esempio attraverso l’estensione del programma Erasmus+.

Perciò la Commissione propone una collaborazione intensificata tra gli Stati membri per collegare fra loro i giovani in Europa, ad esempio attraverso la costruzione di reti di giovani provenienti da diverse regioni.

La Commissione incoraggia i membri a promuovere l’impegno dei giovani nel volontariato e di eliminare gli ostacoli giuridici e amministrativi alla solidarietà transfrontaliera.

3. Responsabilizzare attraverso la promozione del lavoro giovanile: il lavoro giovanile offre straordinari vantaggi ed esperienze durante il passaggio all’età adulta. Anche in questo ambito la Commissione propone una collaborazione tra gli Stati membri, mirata allo sviluppo e alla diffusione di strumenti pratici da utilizzare nella formazione degli animatori e degli assistenti sociali che si occupano del lavoro giovanile. Ciò dovrebbe contribuire a un incremento della qualità del lavoro giovanile.

La strategia dovrebbe rafforzare il legame tra i giovani e l’Unione europea mediante la creazione di nuove modalità di comunicazione con le istituzioni, anche attraverso mezzi digitali.

 

 

La versione completa in PDF è scaricabile qui.

Le altre edizioni degli EU Update sono consultabili qui.

Tags: EU UpdateSouth Tyrol

Progetto H2020 BuildHeat - Riunione dei partner del progetto

Dopo un feedback rivitalizzante ricevuto dai funzionari dell'Unione europea, le attività del progetto H2020 BuildHeat www.buildheat.eu hanno acquisito nuova trazione ed energia per raggiungere gli obiettivi tecnici e produrre gli impatti attesi in termini di misure di miglioramento dell'efficienza energetica.

Questo passo è stato segnato a Bruxelles al termine del 7° incontro di progetto, tenutosi presso l'ufficio di rappresentanza delle Regioni Tirol - Alto Adige - Trentino. I partner del progetto si sono riuniti per un'intera giornata per riferire reciprocamente sullo stato di avanzamento dei lavori tecnici relativi all'automazione e al controllo distrettuale, i test effettuati per la validazione degli invertitori multi-controllo e la finalizzazione dell'iBIM. Oltre alla descrizione dello stato di avanzamento della particolare soluzione di riscaldamento e raffrescamento, particolare attenzione è stata data alla presentazione dei progressi compiuti nel sito dimostrativo, nonché alla strategia impostata per l'elaborazione di modelli commerciali volti a sostenere l'adozione futura delle soluzioni sviluppate e dei modelli di finanziamento messi a supporto delle azioni di retrofitting in ogni sito dimostrativo.

 

H2020 BuildHeat

 

 

Tags: Press ReleaseResearch and Innovation engSouth Tyrol

Curia News Nr. 5/2018

Pubblichiamo la quarta edizione del 2018 della nostra rassegna delle sentenze della Corte di Giustizia europea più interessanti per il nostro territorio.

  • Aiuti di Stato

La Corte annulla la decisione con cui la Commissione ha rinunciato a ordinare il recupero di aiuti illegali concessi dall’Italia sotto forma di esenzione dall’imposta comunale sugli immobili


  • Libera circolazione delle persone

Un lavoratore non può perdere automaticamente i diritti alle ferie annuali retribuite maturati perché non ha chiesto ferie. Se, invece, il datore di lavoro dimostra che il lavoratore, deliberatamente e con piena consapevolezza, si è astenuto dal fruire delle proprie ferie annuali retribuite, il diritto dell’Unione non osta alla perdita di tale diritto

  • Aiuti di Stato

La Commissione europea deve valutare se una garanzia implicita illimitata concessa da uno Stato membro ad un ente pubblico economico possa costituire un aiuto di Stato 10

  • Consumatori

Una persona che pubblica su un sito Internet un certo numero di annunci di vendita non ha automaticamente la qualità di «professionista». Tale attività può essere considerata come «pratica commerciale» se la persona agisce nel quadro della sua attività commerciale, industriale, artigianale o professionale 1

 

 La versione completa è scaricabile qui.

Tags: Curia News (IT)EU LawTyrolSouth TyrolTrentino

Festival della Famiglia -Trento, 3-9 dicembre 2018

La settima edizione del Festival della Famiglia si terrà a Trento dal 3 al 9 dicembre. Quest’edizione verterà sulla tematica “Qualità della vita e competitività territoriale: uno sguardo internazionale”. Il Festival della Famiglia esce, infatti, dai confini regionali e nazionali per attivare un confronto e uno scambio di buone pratiche in un ambito più vasto: sarà una settimana di appuntamenti, eventi e convegni promossi da partner locali e internazionali per dare voce alle politiche di benessere familiare nazionali ed europee. Il Festival si apre alla città e alle famiglie non solo con incontri politici, scientifici e tecnici, ma anche con spettacoli, arte e laboratori per i più piccoli.

Leggi tutto...

Flash News: Inaugurato il nuovo portale del Parlamento europeo “Cosa fa per me l’Europa”

 

In vista delle prossime elezioni di maggio, è stato inaugurato ieri a Strasburgo dal Presidente del Parlamento europeo Antonio Tajani il sito web “Cosa fa per me l’Europa”. Il sito, realizzato dal Servizio di ricerca del PE, è un portale multilingue e interattivo pensato per illustrare l’impatto dell’Unione europea sulla vita dei cittadini. Nelle parole del Presidente Tajani questo nuovo sito rappresenta uno strumento per poter “avvicinare l’Europa ai cittadini”.

La navigazione del sito, suddiviso in tre sezioni principali - “Nella mia regione”, “Nella mia vita”, “In primo piano”, offre risposte chiare e informazioni specifiche per meglio comprendere ciò che l’Europa fa in favore dei cittadini UE, delle regioni e dei territori: attraverso articoli, esempi concreti e risultati conseguiti nel tempo, vengono illustrati i benefici e il valore aggiunto del progetto europeo, nonché i risultati dell’attuale legislatura e le prospettive per il futuro.

Nel quadro della sezione “La mia regione”, vengono presentati esempi di iniziative e programmi sostenuti dall’Unione europea a livello territoriale: per il Trentino, tra i molteplici progetti finanziati attraverso i fondi strutturali o a gestione diretta, risultano inseriti i progetti TEN (Trentino Ecological Network), Global Schools, BrennerLEC, il Polo Meccatronica e Life Franca.

 

 

 

Tags: flash news italianoregional policy itTrentino

EU Update - EU Design Days 2018 - Digitalization and Design

Il tema della settimana è: "EU Design Days 2018".

 

La versione completa in PDF (in lingua tedesca) è scaricabile qui.

Le altre edizioni degli EU Update sono consultabili qui.

Tags: EU UpdateSouth Tyrol

Rassegna stampa dell'Ufficio di Bruxelles - 15.11.2018

Viene oggi pubblicata la rassegna stampa settimanale dell’Ufficio di Bruxelles della Provincia Autonoma di Bolzano con i più importanti sviluppi europei. 

 É anche possibile consultare l’EU Update "EU Design Days 2018: Digitalization and Design".

  • Unione della sicurezza: adottata la proposta della Commissione per il rafforzamento dell'agenzia eu-LISA
  • La Commissione accoglie con favore l'adozione da parte del Parlamento europeo di proposte chiave del pacchetto "Energia pulita per tutti gli europei
  • La Commissione europea raccomanda la Consiglio di constatare i progressi decisivi nei negoziati del Brexit
  • 191 milioni di euro per la promozione dei prodotti agricoli sul mercato interno e nei paesi terzi
  • Giornata europea degli antibiotici 2018: insieme per fermare l'uso non necessario degli antibiotici
  • L'Unione europea chiede nuovi sforzi internazionali per proteggere la natura sulla terraferma e in mare

Leggi tutto...

EU-TIPS: Il Trentino si afferma a livello europeo come centro di eccellenza nel campo della stampa 3D

Soluzioni innovative, nuove tecnologie e processi di manifattura additiva saranno finanziati con 500 mila euro all’interno del progetto LILIAM – Lifelong Learning in Additive Manufacturing, nell’ambito dell’iniziativa Kic Raw Materials, che sostiene a livello europeo soluzioni innovative per l’estrazione, la lavorazione, il riciclo e il riuso delle materie prime.

Tags: EU TIPS itaresearch and innovation itinvestments itTrentino

Leggi tutto...

EU Update - InvestEU: il nuovo programma di investimento dell'Unione europea

Con il programma "InvestEU", la Commissione europea intende fornire un quadro comune per i vari strumenti finanziari dell'Unione europea. L’obiettivo del nuovo programma è la semplificazione dell’accesso al sostegno della Unione europea mediante l’introduzione di un quadro normativo uniforme relativo alla gestione e ai requisiti di rendicontazione, che permetterà di integrare la molteplicità di strumenti finanziari diversi esistenti a livello europeo e delle norme ad essi applicabili. Questa semplificazione incoraggerà investimenti pubblici e privati nei quattro settori di intervento del programma: innovazione, digitalizzazione, infrastrutture sostenibili e piccole e medie imprese.

Il programma investEU si baserà su quattro pilastri:

1.       Il fondo InvestEU

Secondo la proposta della Commissione il fondo” InvestEU” avrà un volume di 15 miliardi di euro. Il fondo costituisce una garanzia di bilancio dell’Unione europea a sostegno di operazioni di finanziamento e di investimento da parte di partner esecutivi. Questa garanzia di bilancio avrà un effetto di leva che, secondo le aspettative della Commissione, sarà in grado di attirare investimenti pubblici e privati complessivamentepari a 650 miliardi di euro nel periodo 2021-2027. Seguendo questo approccio il programma raggiunge l’obiettivo della Commissione di fare di più con meno risorse.

Il fondo “InvestEU” sarà complementare ad altri tipi di finanziamento e ad altre azioni nei settori che sostiene, come il programma Horizon Europe, il programma Europa digitale, Europa creativa e il Fondo europeo per la difesa.

 

InvestEU Picture

Fonte: Commissione europea

2.       Il polo di consulenza „InvestEU”

Il polo di consulenza “InvestEU” sosterrà lo sviluppo di progetti attraverso la consulenza e l’accompagnamento durante l’intero ciclo di investimento per favorire l’ideazione e lo sviluppo dei progetti e l’accesso ai finanziamenti. Esso si baserà sul modello del polo europeo di consulenza sugli investimenti ed integrerà i 13 diversi servizi di consulenza disponibili in uno sportello unico. Sarà operativo nei quattro settori di intervento e offrirà consulenza per l’individuazione, la preparazione, lo sviluppo, la strutturazione, le procedure d’appalto e l’attuazione di progetti. Esso sarà inoltre a disposizione dei promotori di progetti pubblici e privati e degli intermediari.

3.       Il portale „InvestEU“

Il portale “InvestEU” incorporerà il portale dei progetti di investimento europei già esistente. L’obiettivo di questa piattaforma è fornire ai partner esecutivi una banca dati sui progetti facilmente accessibile e garantire maggiore visibilità ai progetti di investimento in cerca di finanziamento. In questo modo saranno riuniti gli investitori e i promotori di progetti.

4.       Le operazioni di finanziamento misto

La proposta della Commissione prevede la possibilità di combinare i finanziamenti di “InvestEU” con sovvenzioni dell’Unione europea. Questo finanziamento misto è necessario in alcuni casi per rimediare a particolari fallimenti del mercato o carenze di investimenti. Il Fondo “InvestEU” può essere combinato con sovvenzioni o strumenti finanziari (o con entrambi) finanziati dal bilancio dell'Unione gestito a livello centrale o dal Fondo per l'innovazione. Quando un progetto si avvale di sovvenzioni dell’Unione europea e di “InvestEU”, le norme relative a “InvestEU” si applicano all’intero progetto, il che comporta l’applicazione di un quadro normativo uniforme relativo alla gestione e rendicontazione del progetto.

Markus Weger

 

La versione completa in PDF è scaricabile qui.

Le altre edizioni degli EU Update sono consultabili qui.

Tags: EU UpdateSouth Tyrol

Rassegna stampa dell'Ufficio di Bruxelles - 08.11.2018

Viene oggi pubblicata la rassegna stampa settimanale dell’Ufficio di Bruxelles della Provincia Autonoma di Bolzano con i più importanti sviluppi europei. 

 É anche possibile consultare l’EU Update "InvestEU: il nuovo programma di investimento dell'Unione europea".

  • La Commissione investe nelle infrastrutture e nel patrimonio culturale di Napoli
  • Interferenti endocrini: una strategia per il futuro per proteggere i cittadini dell'Unione europea e l'ambiente
  • La Commissione registra l'iniziativa "Etichettatura obbligatoria degli alimenti come non vegetariani/vegetariani/vegani"
  • Paradise Papers: la Commissione interviene contro le agevolazioni fiscali illecite per yacht e aeromobili
  • Alleanza Africa-Europa: stimolare gli investimenti nelle energie sostenibili in Africa
  • 26 milioni di euro dall'Unione europea per migliorare la salute di donne, bambini e adolescenti nel mondo
  • La Commissione chiede all'autorità di vigilanza antiriciclaggio maltese di intensificare la vigilanza delle banche

Tags: Rassegnastampa BolzanoSouth Tyrol

Leggi tutto...

EU Update - Il programma di lavoro 2019 della Commissione europea

Il tema della settimana è: "Il programma di lavoro 2019 della Commissione europea".

 

La versione completa in PDF (in lingua tedesca) è scaricabile qui.

Le altre edizioni degli EU Update sono consultabili qui.

Rassegna stampa dell'Ufficio di Bruxelles - 31.10.2018

Viene oggi pubblicata la rassegna stampa settimanale dell’Ufficio di Bruxelles della Provincia Autonoma di Bolzano con i più importanti sviluppi europei. 

 É anche possibile consultare l’EU Update "Il programma di lavoro 2019 della Commissione europea".

  • Concorrenza/Agricoltura: la Commissione pubblica una relazione sull'applicazione delle norme in materia di concorrenza al settore agricolo
  • L’iniziativa europea sulle tecnologie quantistiche lancia con i primi 20 progetti
  • 300 milioni di euro dall'Unione europea per oceani puliti, sicuri e in salute
  • Maggiore trasparenza per i consumatori in riguardo alle commissioni bancarie
  • Istruzione e formazione professionale nel cuore dell'Europa: inizio della terza Settimana europea della formazione professionale
  • Report: Gli accordi commerciali dell'Unione europea creano posti di lavoro e promuovono lo sviluppo sostenibile

Leggi tutto...

Il Progetto "Io Trentino" premiato con il "Regional Best Practices Award"

Importante riconoscimento per il progetto “Io Trentino”, a cui sta lavorando la Provincia autonoma di Trento. Ha ricevuto il “Regional Best Practices Award”, promosso dall’United Regions Organisation - Forum of Regional Governments and Global Associations of Regions (ORU Fogar) e dalle Nazioni unite - United Nations Development Programme (UNDP).

La cerimonia di consegna si è tenuta martedì 23 ottobre a Rabat, in Marocco. La candidatura era stata presentata nel maggio scorso dal Servizio per il personale della Provincia. Con il progetto “Io Trentino”, dopo una prima fase di sperimentazione, si sta progettando una piattaforma di servizi digitali per raggiungere con maggiore efficacia e velocità i cittadini e rendere così sempre più facile il loro rapporto con la pubblica amministrazione. Attualmente sono in fase di progettazione una base dati anagrafica territoriale e una piattaforma web che, a progetto realizzato, consentiranno di recapitare ai cittadini, su canali digitali, avvisi, opportunità e comunicazioni di loro interesse.

 

foto premiazione ORU

 

Il ‘Regional Best Practices Award’, quest’anno alla sua terza edizione, è dedicato alle cinque migliori pratiche a livello mondiale realizzate da autorità regionali o stati federati, finalizzate a migliorare la qualità dei servizi forniti ai cittadini.

I cinque progetti vincitori saranno pubblicizzati come migliori pratiche attraverso le reti ed i canali di comunicazione delle Nazioni Unite.

ORU Fogar è un’organizzazione internazionale che raccoglie autorità regionali da tutto il mondo e ne rappresenta gli interessi nei confronti di altre organizzazioni internazionali per promuovere una politica globale per lo sviluppo sostenibile e la coesione territoriale.

Lo United Nations Development Programme (UNDP) è programma delle azioni Unite che promuove lo sviluppo sostenibile e favorisce lo scambio di conoscenze, esperienze e risorse in linea con gli obbiettivi dell’ONU.

 

 

 

Tags: Press Releaseregional policy itTrentino

EU Update - RescEU: Un nuovo sistema europeo per affrontare i disastri

I cambiamenti climatici provocano sempre più spesso eventi meteorologici estremi anche in Europa, con conseguenze drammatiche per la popolazione e per l’ambiente. Lunghi periodi di siccità aumentano il rischio di incendi forestali. Solo nel 2017 gli incendi forestali hanno distrutto oltre un milione di ettari di foresta nell'Unione Europea, una superficie una volta e mezza quella dell'Alto Adige. Tra giugno e ottobre del 2017 questi incendi hanno causato 100 vittime solo in Portogallo. Il danno economico diretto causato dagli incendi forestali in Portogallo nel 2017 è stimato in quasi 600 milioni di Euro. In seguito ai cambiamenti climatici le aree a rischio di incendi si estendono verso le zone settentrionali, nel 2018 sono scoppiati incendi anche nella Svezia.

Inoltre ci sono inondazioni e frane causate da forti precipitazioni. Questi fenomeni stanno diventando sempre più evidenti anche in Alto Adige, come dimostrano le gravi frane dell’agosto 2017.

Negli ultimi due anni ci sono stati, inoltre, alcuni terremoti devastanti nell’Europa meridionale. Nel 2016 i sismi nel centro d’Italia hanno causato 290 vittime. Nel 2017 è stata colpita l’isola greca di Kos, dove si lamentano numerosi morti e centinaia di feriti.

 

L’attuale Meccanismo europeo di protezione civile

Nel caso in cui uno Stato non è in grado di affrontare una catastrofe naturale con i propri mezzi, gli Stati membri dell’Unione Europea e alcuni Stati terzi possono avvalersi del Meccanismo europeo di protezione civile. Questo meccanismo consente a uno Stato membro o a un paese terzo di chiedere assistenza attraverso il Centro di coordinamento d'emergenza della Commissione europea. Gli altri Stati membri decidono su base volontaria se intendono offrire assistenza o meno.

Date le limitate risorse disponibili nel bilancio dell'Unione Europea per sostenere questo strumento, gli obiettivi del Meccanismo spesso non sono stati raggiunti.

Rispetto alle 17 richieste inoltrate nel 2017 per incendi forestali, l’assistenza attraverso il meccanismo europeo è stata fornita solo in dieci casi. In alcuni casi la messa disposizione di aerei antincendio è stata ostacolata dal fatto che gli stati che dispongono di aerei adeguati hanno spesso dovuto affrontare incendi forestali nel proprio paese.

Ciò ha dimostrato la necessità di rafforzare la capacità dell’Unione Europea e degli Stati membri di rispondere alle catastrofi attraverso la modificazione del meccanismo europeo di protezione civile e l’introduzione del sistema rescEU.

 

RescEU: Un nuovo pilastro della protezione civile su livello europeo

Nell’ambito di rescEU sarà introdotta una riserva dedicata di mezzi per rispondere a disastri con comando e controllo a livello dell’Unione europea. Questa riserva sarà composta per esempio da aerei antincendio, unità di pompaggio ad alta capacità, squadre di ricerca e soccorso, squadre mediche di emergenza e ospedali da campo. I mezzi in questione dovrebbero essere affittati oppure acquistati su livello europeo con finanziamento completo da parte dell’Unione europea. La Commissione manterrebbe il controllo operativo di queste risorse, decidendo anche sulla loro mobilitazione. In questo modo rescEU integrerà i mezzi di protezione civile già esistenti su livello nazionale e contribuirà a un migliore coordinamento su livello europeo.

RescEU sarebbe il secondo pilastro del meccanismo europeo di protezione civile, completando la condivisione delle risorse degli Stati membri.

La proposta della Commissione include altresì il sostegno alle azioni di prevenzione delle catastrofi e della preparazione. Secondo la proposta la Commissione potrà richiedere e monitorare l’attuazione dei piani di prevenzione e preparazione da parte degli Stati membri.

 

 

La versione completa in PDF è scaricabile qui.

Le altre edizioni degli EU Update sono consultabili qui.

Tags: EU UpdateSouth Tyrol