Il 7 novembre si è tenuto un incontro presso la sede della Rappresentanza della Regione europea Tirolo – Alto Adige – Trentino con un gruppo di ragazzi risultati vincitori di un contest nell’ambito del progetto LAMO (LAboratorio di partecipazione sulla Montagna), un’esperienza di progettazione condivisa fra giovani e territori per lo sviluppo delle aree di mezza montagna.

 

  • IMG_6158.JPG
  • LAMO1.png
  • LAMO3.png
  • LAMO4.png
  • LAMO5.png
  • LAMO6.jpg
  • WP_20171108_14_03_39_Pro.jpg
  • WP_20171108_15_25_12_Pro.jpg

 

Il progetto, che ha visto la partecipazione di 24 ragazzi tra studenti universitari e giovani laureati, è pensato per raccogliere idee e progettualità per la valorizzazione dei territori di montagna attraverso il coinvolgimento di soggetti istituzionali, del mondo universitario, dei giovani e dei territori stessi.

Per i vincitori è stata organizzata un’attività formativa consistente in un viaggio di tre giornate a Bruxelles. Nella prima giornata della visita, il gruppo è stato accolto presso la Rappresentanza da Valeria Liverini, Direttrice dell’Ufficio per i rapporti con l’Unione europea che ha illustrato le attività svolte dall’ufficio, offrendo inoltre una panoramica dell’architettura istituzionale e dei processi decisionali europei e da Emiliano Corà, policy officer, che ha presentato le opportunità di finanziamento dell’UE. Ha chiuso l’incontro Giacomo Luciani, Esperto Nazionale Distaccato presso la DG Ambiente della Commissione europea che ha parlato delle misure, iniziative e programmi di finanziamento europei per la tutela e la valorizzazione ambientale delle aree montane. Infine i ragazzi hanno presentato i due progetti vincitori della competizione Floating Innovation (Valli Giudicarie) e GiovAzione (Primiero).

Il viaggio studio è proseguito nella giornata dell’otto novembre con una serie di visite alle Istituzioni europee e alla Casa della Storia europea, per concludersi il giorno seguente con due incontri: il primo con Chiara Bolner, funzionaria presso la Direzione generale per l’Agricoltura e lo sviluppo rurale della Commissione europea, che ha presentato ai ragazzi le politiche dell’UE a sostegno della qualità nelle produzioni alimentari, i sistemi di classificazione e il rapporto con il territorio e il secondo con Mirco Tomasi, analista economico presso la Direzione generale per l’economia e gli affari finanziari della Commissione europea che ha illustrato i processi decisionali in seno alla Commissione, la Strategia Europa 2020, nonché le relazioni e gli equilibri tra la Commissione e le altre Istituzioni europee.

 

Comunicato stampa

 

Tags: Study visits Trento italianregional policy itTrentino