Pubblichiamo l'edizione di dicembre 2016 della nostra rassegna delle sentenze della Corte di Giustizia europea più interessanti per il nostro territorio.

  • Ambiente e consumatori

Il Tribunale dell’UE conferma la legittimità della decisione con la quale la Commissione ha respinto in quanto infondata una richiesta di riesame dell’autorizzazione all'immissione in commercio di prodotti contenenti soia geneticamente modificata

  • Libera circolazione delle persone

Uno Stato membro non può subordinare la concessione di una borsa di studio per il figlio di un lavoratore frontaliero alla condizione che quest’ultimo abbia lavorato nel territorio di quello Stato per un periodo ininterrotto di cinque anni alla data della domanda di borsa di studio

  • Libera circolazione delle persone

In materia di benefici sociali transfrontalieri, un figlio che fa parte di una famiglia ricostituita può essere considerato come figlio del genitore acquisito. In tale ambito, il legame di filiazione non si definisce sotto il profilo giuridico, bensì sotto il profilo economico, nel senso che chi ha quale genitore acquisito un lavoratore migrante può rivendicare un beneficio sociale allorché tale genitore acquisito contribuisca, di fatto, al suo mantenimento

  • Libertà di stabilimento

La direttiva servizi osta al requisito del pagamento, al momento della presentazione di una domanda di autorizzazione, di spese connesse alla gestione del regime di licenza e alle relative attività di polizia amministrativa

 

 

La versione completa è scaricabile qui.

Tags: Curia News (IT)TyrolSouth TyrolTrentino