REACT-EU (l'acronimo in inglese significa "assistenza alla ripresa per la coesione e i territori d'Europa") è un'iniziativa europea che porta avanti e amplia le misure di risposta alla crisi e per il superamento degli effetti della stessa messe in campo. L’obiettivo dell’iniziativa è sostenere gli investimenti per mantenere l’occupazione, soprattutto le misure volte alla creazione di posti di lavoro, alla lotta alla disoccupazione giovanile, il rafforzamento dei sistemi sanitari e delle piccole e medie imprese. Questo sostegno sarà disponibile per tutti i settori economici, compresi il turismo e la cultura che sono stati particolarmente colpiti.

Il pacchetto REACT-EU comprende 55 miliardi di Euro di finanziamenti aggiuntivi che saranno resi disponibili già per il periodo di programmazione attuale nel quadro del Fondo europeo di sviluppo regionale (FESR), del Fondo sociale europeo (FSE) e del Fondo di aiuti europei agli indigenti (FEAD). Tali finanziamenti aggiuntivi saranno erogati nel 2020, attraverso una revisione mirata dell'attuale quadro finanziario e a partire dal 2021-2022 attraverso l’iniziativa „Next Generation EU“. „Next Generation EU” è uno strumento di emergenza del valore di 750 miliardi di Euro che potenzierà temporaneamente la capacità finanziaria del bilancio dell'UE grazie a fondi raccolti sui mercati finanziari. I fondi raccolti, convogliati attraverso i programmi dell'UE, sosterranno le misure urgenti indispensabili per proteggere i mezzi di sussistenza, rimettere in sesto l'economia e favorire una crescita sostenibile e resiliente.

REACT-EU stanzierà invece risorse aggiuntive per i programmi della politica di coesione esistenti, senza attingere alle dotazioni di altri programmi né ad altre risorse preventivate per i prossimi anni. Si tratta quindi di risorse che si aggiungono alle attuali dotazioni per il periodo 2014-2020 e a quelle proposte per il prossimo periodo di programmazione. Le risorse di questa iniziativa destinate alla politica di coesione si aggiungono a quelle del periodo 2014-2020 e saranno assegnate in funzione della gravità delle ripercussioni economiche e sociali della crisi, compresi il livello di disoccupazione giovanile e la prosperità relativa degli Stati membri.

La Commissione propone di versare immediatamente agli Stati membri, a titolo di prefinanziamento, il 50% delle risorse aggiuntive di REACT-EU per il 2020, previa approvazione delle modifiche del programma o dei programmi interessati. Gli Stati membri e le regioni sono invitati a fare uso di questo prefinanziamento per erogare anticipi ai beneficiari al fine di rafforzarne la liquidità finanziaria. Si propone inoltre di corrispondere il prefinanziamento annuale per i prossimi anni in relazione alle risorse aggiuntive assegnate ai programmi.

La Commissione ha inoltre proposto di utilizzare queste risorse aggiuntive per finanziare le spese ammissibili fino al 100%. A questo fine è necessario che tali risorse siano programmate nell'ambito di uno o più nuovi assi prioritari dedicati o, se del caso, di un nuovo programma operativo specifico.

Giulia firma web

La versione completa in PDF  è scaricabile qui.

Le altre edizioni degli EU Update sono consultabili qui.

Tags: EU UpdateCulture and Education itahealth and consumer itaregional policy itsingle market and SMEs_ittourism itSouth Tyrol