Il 27 novembre il Consiglio UE e il Parlamento europeo hanno concluso un accordo informale sull'estensione delle attuali regole relative alla Politica Agricola Comune (PAC) fino alla fine del 2022 e sulla distribuzione agli agricoltori europei di 8.07 miliardi di euro previsti dallo strumento europeo per la ripresa Next Generation EU.

È stata concordata una ripartizione delle risorse per la ripresa: il 30% di esse sarà resa disponibile nel 2021, il 70% nel 2022. Gli Stati membri saranno tenuti a garantire circa un terzo del budget totale (37%) per le misure verdi e per il benessere degli animali e più della metà del budget totale (55%) per le misure sociali e di trasformazione digitale.

Trovata anche l’intesa per estendere di ulteriori 6 mesi il sostegno temporaneo eccezionale ad agricoltori e PMI colpiti dalla crisi Covid-19.

L’accordo dovrà ora essere approvato con un voto da parte del Consiglio e del Parlamento per assicurare la sua entrata in vigore entro la fine del 2020. Questo dipenderà tuttavia anche dall’adozione finale del Quadro Finanziario Pluriennale 2021-2027.

Tags: flash news italianoagriculture itaTrentino