La Commissione europea ha pubblicato ad ottobre la sua strategia dell’ondata di ristrutturazioni (Renovation Wave), una delle principali misure previste nel quadro del Green Deal europeo che ha l’obiettivo di migliorare le prestazioni energetiche e ridurre i consumi energetici degli edifici. La pandemia degli ultimi mesi ha fatto emergere prepotentemente l'importanza degli edifici nella nostra vita quotidiana, palesandone anche i punti deboli: in questi mesi, la casa è stata il centro della vita quotidiana di milioni di europei, tra cui un ufficio per i lavoratori o una scuola per i bambini. Investire negli edifici può dare l’impulso necessario al settore delle costruzioni e alla macroeconomia nel XXI secolo.

Gli edifici nell'UE consumano circa il 40% dell'energia totale utilizzata e rilasciano il 36% delle emissioni di gas serra associate all'energia, ma ogni anno solo l'1% è sottoposto a lavori di ristrutturazione a fini di efficientamento energetico. L’80% delle abitazioni è stato costruito prima del 2001 e il 95% di questi sarà utilizzato ancora nel 2050. Con la strategia dell’ondata di ristrutturazioni, la Commissione punta almeno a raddoppiare i tassi di rinnovazione nei prossimi dieci anni per ridurre il consumo di energia e risorse negli edifici, migliorando in questo modo anche la qualità della vita delle persone che ci abitano e riducendo le emissioni di gas serra rilasciate in Europa. L’ondata di ristrutturazioni, secondo la Commissione, genererà inoltre fino a 160.000 nuovi posti di lavoro verdi nel settore edile e darà anche una risposta alla povertà energetica, considerato che quasi 34 milioni di europei non possono permettersi di riscaldare adeguatamente le loro abitazioni.

Tre sono le priorità di intervento della strategia: la decarbonizzazione del riscaldamento e del raffrescamento, la lotta alla povertà e all'inefficienza energetiche così come la ristrutturazione di edifici pubblici. Al fine di eliminare gli ostacoli esistenti, la strategia intende mettere in campo una serie di misure politiche, di strumenti di finanziamento e di dispositivi di assistenza tecnica. Le azioni principali previste sono:

  1. rafforzare le norme, gli standard e le informazioni sulle prestazioni energetiche degli edifici per fornire al settore pubblico e privato un incentivo più forte a ristrutturare
  2. assicurare l'accesso a finanziamenti mirati, in particolare attraverso le iniziative "Renovate" e "Power Up" del dispositivo per la ripresa e la resilienza nel quadro di NextGenerationEU
  3. aumentare le capacità necessarie a preparare e attuare i progetti di ristrutturazione
  4. espandere il mercato dei prodotti e dei servizi sostenibili da costruzione, anche integrando nuovi materiali e soluzioni basate sulla natura e rivedendo la legislazione sulla commercializzazione dei prodotti da costruzione
  5. creare un nuovo Bauhaus europeo con un processo partecipativo che sfocerà nella creazione, nel 2022, della rete delle prime cinque iniziative Bauhaus in diversi paesi dell'UE
  6. sviluppare soluzioni di prossimità in modo che le comunità locali integrino rinnovabili e digitale e si creino così distretti a energia zero (smart cities).

La Renovation Wave non si limiterà a rendere gli edifici esistenti più efficienti dal punto di vista energetico e neutri dal punto di vista climatico, ma potrà innescare una trasformazione su larga scala delle nostre città e dell'ambiente costruito. La comunicazione e il documento di lavoro dell’iniziativa forniscono informazioni e orientamenti dettagliati alle autorità degli Stati membri e ai portatori di interessi in merito alle diverse possibilità di finanziamento. La Commissione sostiene anche altri progetti di ristrutturazione degli edifici, nonché di ricerca e innovazione nel settore, attraverso i programmi Horizon Europe. L'iniziativa BUILD UP, ad esempio, ha creato un portale web e connetti tutti i pubblici interessati a ridurre il consumo dell'energia negli edifici tramite un approccio collettivo, mentre il progetto 4RinEU mira a fornire nuovi strumenti e strategie per incoraggiare la ristrutturazione su larga scala degli edifici esistenti e promuovere l'uso di energie rinnovabili.

 

Unterschrift

 

La versione completa in PDF è scaricabile qui.

Le altre edizioni degli EU Update sono consultabili qui.

Tags: EU Updateenergy_and_environment_ITAresearch and innovation itSouth Tyrol