L’Unione europea si è posta obbiettivi ambiziosi in materia di energia e ambiente. Per quanto riguarda l’energia, la legislazione europea incide in maniera significativa su quelle nazionali, anche se l’azione dell’UE non limita il diritto di uno Stato membro di scegliere il mix di fonti energetiche a cui approvigionarsi.

L’Europa ha una forte dipendenza dal resto del mondo per l'approvvigionamento energetico e questo incide significativamente sulla nostra economia. La Commissione ha varato una strategia per la creazione di un’Unione europea dell’Energia, al fine di garantire ai cittadini e alle imprese dell’UE energia sicura e accessibile, limitando l’impatto sul cambiamento climatico. In particolare, la politica energetica europea punta a:

  • garantire l’approvvigionamento energetico;
  • assicurarsi che i prezzi energetici non frenino la competitività del sistema industriale europeo;
  • proteggere l’ambiente e mitigare i cambiamenti climatici;
  • migliorare le reti di distribuzione dell’energia.

La politica energetica europea oggi promuove il risparmio energetico, l'efficienza energetica e lo sviluppo di energie nuove e rinnovabili, allo scopo di preparare l’UE sia alla transizione energetica globale, sia a possibili interruzioni dell’approvvigionamento energetico. Nei prossimi anni l’energia continuerà a essere una priorità per l’Europa e questo è sottolineato dai chiari obbiettivi in materia di clima ed energia stabiliti per il 2020, 2030 e il 2050.

L’ambiente per sua natura trascende ogni frontiera politica: una strategia coordinata a livello europeo è essenziale per garantire sinergie, coerenza e collaborazione tra i vari Stati membri in questo settore. In ambito ambientale l'Unione europea ha sviluppato negli anni una normativa piuttosto estesa - passando da una politica di risanamento ad una strategia di prevenzione del deterioramento ambientale - e contribuisce a perseguire i seguenti obbiettivi:

  • salvaguardia, tutela e miglioramento della qualita dell'ambiente;
  • protezione della salute umana;
  • utilizzo accorto e razionale delle risorse naturali;
  • promozione sul piano internazionale di misure destinate a risolvere i problemi dell'ambiente a livello regionale e mondiale e, in particolare, a contrastare il cambiamento climatico.

Le considerazioni ambientali sono quindi sempre più complementari a quelle economiche. La Commissione europea indica la strada da percorrere nella Strategia Europa 2020, la strategia dell’UE per la crescita sostenibile, inserendo l’uso efficiente delle risorse naturali tra le sette iniziative prioritarie.

Commissione europea - Energia  -  Ambiente

Parlamento europeo – Commissione Industria, ricerca ed energia (ITRE)

Parlamento europeo – Commissione Ambiente, sanità pubblica e sicurezza alimentare (ENVI)

Consiglio dell'UE - Formazione Energia  -  Ambiente

Comitato delle regioni – Commissione ambiente, cambiamenti climatici ed energia (ENVE)

Contatti in Tirolo, Alto Adige e Trentino

 

Energia e Ambiente - ultime novità

Broadband Days 2017
30-11-2017
EU Update "EEEF"
24-11-2016